CrocesantaI QUATTRO VANGELI


SECONDO
MATTEO - MARCO - LUCA - GIOVANNI
DALLA BIBBIA DELLA CHIESA CATTOLICA

INDICE GENERALE

DEDICA
PRESENTAZIONE -TESTIMONIANZA
BREVE STORIA DELL'EVANGELISTA     MATTEO 
BREVE STORIA DELL'EVANGELISTA     MARCO
BREVE STORIA DELL'EVANGELISTA     LUCA 
BREVE STORIA DELL'EVANGELISTA     GIOVANNI
I TESTIMONI  
VANGELO SECONDO MATTEO    - Cap.li da 1 a 28
VANGELO SECONDO MARCO      -Cap.li da 1 a 16
VANGELO SECONDO LUCA         -Cap.li da 1 a 24
VANGELO SECONDO GIOVANNI -Cap.li da 1 a 21

DEDICA

Una dedica speciale è al Santo Padre PAPA GIOVANNI PAOLO II che vive la sua sofferenza e quella dell'umanità divisa, ed oggi 26 maggio 2002 preghiamo la Trinità, il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo, perché ci consenta di averlo con noi ancora per molti anni come guida spirituale. Ringraziamo la Conferenza Episcopale Italiana e la Libreria Editrice Vaticana per il loro consenso all'utilizzo dei testi in rete internet.
-Il testo Italiano de" i Quattro Vangeli" è ricavato dal Testo dei Vangeli in rete Internet (cf. http://www.bibbiaedu.it ) della CEI, Conferenza Episcopale Italiana che detiene il relativo Copyright, che ringraziamo per il consenso alla disponibilità del testo
-Il testo Latino è ricavato dal Testo dei Vangeli in rete Internet sul sito del Vaticano (cf. http://www.vatican.va ) della Libreria Editrice Vaticana LEV, che detiene il relativo Copyright, e che ringraziamo per il consenso alla disponibilità del testo.
FORMAZIONE il FIGLIO dell'UOMO ha curato   la trascrizione, l'impaginazione, il confronto allineato parallelo per la corrispondenza del testo Italiano e la traduzione di quello Latino.
FORMAZIONE il FIGLIO dell'UOMO è autorizzata alla diffusione de "I QUATTRO VANGELI esclusivamente a mezzo Rete; non è consentita la riproduzione di CD o simili al difuori della Rete.


PRESENTAZIONE

I quatto Vangeli della presente raccolta rispecchiano nella maniera più fedele possibile i Vangeli trattti dal testo biblico "LA SACRA BIBBIA della Chiesa Cattolica.La prima copia originale in carta e su supporto informatico, CD , di questa edizione de " I QUATTRO VANGELI " testo abbinato Italiano e traduzione affiancata in Latino, è stata inviata al Sommo Pontefice, PAPA GIOVANNI PAOLO II, con la richiesta di essere autorizzati alla diffusione del VANGELO a mezzo Internet.
Il PAPA, con lettera di ringraziamento per l'omaggio ricevuto, in data 16/03/02 ha risposto a mezzo lettera dell'Assessore Mons. Pedro Lopez Quintana, su carta intestata:
                                                             

SEGRETERIA DI STATO                                                     Dal Vaticano, 16 marzo 2002

PRIMA SEZIONE - AFFARI GENERALI :

Egregio Signore,
con gesto di spontanea confidenza, Ella ha fatto pervenire al Sommo Pontefice sentimenti di devozione, accompagnati dal dono della versione in supporto informatico del Vangelo, in lingua italiana, esponendo, in pari tempo, un particolare desiderio. 
Il Santo Padre, Che ha molto apprezzato l'omaggio e le cortesi espressioni manifestate, ringrazia e, mentre auspica che la maggiore conoscenza della parola di Dio favorisca una sempre più convinta adesione al Redentore dell'uomo, invia a lei a elle persone care la Benedizione Apostolica.
Quanto all'istanza presentata, La invito a rivolgersi alla Libreria Editrice Vaticana , 00120 Città del Vaticano, per il testo latino e alla Conferenza Episcopale Italiana, Circonvallazione Aurelia 50, 00165 Roma, per il testo italiano del Sacro testo in parola.
Con sensi di distinto ossequio, mi confermo

                                                                            dev.mo nel Signore
                                                                        Mons. Pedro Lopez Quintana
                                                                                       Assessore

                                                            ---------------
Il testo latino utilizzato, abbinato al testo italiano, è tratto dal Sito del Vaticano, è quello del <<Bibliorum Sacrorum Nova Vulgata editio typica altera, 1986 >>, ed il cui Copyright è della Libreria Editrice Vaticana, Direzione, la quale , con lettere prot. CR/SM 216/80   del 02 maggio 2002, e prot. CR/sm 230.80 del 14 maggio 2002, a nome di d. Claudio Rossini, Direttore, dichiara che non ci sono ostacoli alla diffusione del Vangelo a mezzo Internet da parte di FORMAZIONE il FIGLIO dell'UOMO:

                                                            ---------------

LIBRERIA EDITRICE VATICANA                                00120 CITTA' DEL VATICANO

DIREZIONE TELEFONO 06 698.84039 
TELEFAX 06 698.84716 
E-MAIL: lev@publish.va 
C R   /   sm     230 80
14 maggio 2002

Egregio Sig, Dalessandro 
Ho ricevuto la Sua gentile richiesta del 10 c.m. 
Come le comunicavo in precedenza da parte della Libreria Editrice Vaticana non poniamo ostacoli alla diffusione del testo dei vangeli tramite Internet, purchè vengano citati correttamente la fonte (Bilbliorum Sacrorum Nova Vulgata editio typica altera, 1986) e il Copyright (Libreria Editrice Vaticana). La autorizzo, perciò a proseguire nella realizzazione del progetto in questione.
Porgendo distinti saluti auguro una buona riuscita all'impresa.

d. Claudio Rossin
direttore

                                                            ---------------

Noi ringraziamo d. Claudio Rossini per questa autorizzazione.
Il testo italiano da noi trascritto su supporto informatico, ed affiancato al testo Latino è ricavato dal testo italiano della SACRA BIBBIA della CEI, Conferenza Episcopale Italiana, edizione Princeps 1971 , che detiene il relativo Copyright.
Come da comunicazione della lettera di cui sopra del Santo Padre, è stata richiesta la relativa autorizzazione alla CEI in data 24.04.02 e la relativa autorizzazione è arrivata con lettera a firma di Giuseppe Betori, Segretario Generale, che ci comunica:

                                                            ---------------

Conferenza Episcopale Italiana.

                                                                                                             Roma, 17 maggio 2002

Egregio Signore
è pervenuta presso questa Segreteria Generale della Conferenza Episscopale Italiana la sua lettera del 24 aprile c.a., accompagnata dal CD relativo al Vangelo di Mt quale testo semplificativo del generoso impegno con cui vorrebbe raggiungere un obbiettivo nobile e significativo per la Chiesa e per l'umanità.
Mentre ringrazio per il materiale inviato ed esprimo il mio incoraggiamento per iniziative che mirano alla diffusione e alla conoscenza della Parola di Dio, mi preme, altresì dare risposta alle Sue implicite richieste circa la diffusione in rete dei quattro vangeli secondo la versione C.E.I. Innanzi tutto la Bibbia in versione C.E.I.(e quindi anche i quattro vangeli) è Già in rete, gratuitamente, per tutti i navigatori del cyberspazio (cf.www.laparola.net. Inoltre, sempre in rete, diversi sono i siti che con notevole impegno e pregevole qualità si occupano di non fare mancare sia approfondimenti che sguardi sinottici sulle diverse versioni del testo sacro. Per quanto riguarda, quindi, la reperibilità sul web, ritengo sia sufficiente fare riferimento a ciò che già esiste e per i quali la C.E. ha già dato un consenso sulla disponibilità dei testi, in ragione delle finalità dei siti. Circa, poi, la richiestas di utilizzare la versione italiana dei quattro vangeli off line (CD ipertestuali e quanto altro), pur non mettendo in dubbio le finalità che La muovono su questo eventuale progetto, mi sembra di vedere delineato un meccanismo implicitamente "commerciale" che ricadrebbe sotto le ordinarie normative riservate al copyright che, come tutti, siamo tenuti a rispettare. Per cui La invito a non utilizzare per prduzioni di questo tipo né il testo dei quattro vangeli né parte di essi previa richiesta formale a questa Conferenza per la cessione di diritti.
Con i sensi di distinto ossequio, mi confermo

Giuseppe Sartori
Segretario Generale

                                                            ---------------

Per tanto ringraziamo parimente il Segretario Generale della CEI, Giuseppe Betori, della gentile autorizzazione alla disponibilità dei testi da utilizzare esclusivamente in rete, in ragione della finalità di FORMAZIONE il FIGLIO dell'UOMO, che è una Onlus, con la finalità di diffondere il VANGELO a mezzo Internet,   perché arrivi sui computers di tutto il mondo, senza nulla voler togliere ai Testi e Libri Ufficiali della Libreria Editrice Vaticana LEV e della CEI, che rivestono una grandissima importanza carismatica, in quanto sono i testi ufficiali della Chiesa Cattolica, sono commentati con la massima autorevolezza:- Ogni famiglia dovrebbe averne una copia per il loro valore spirituale, ma anche fregiarsene per il valore materiale della veste grafica, degna di qualsiasi biblioteca che si rispetti.
Il nostro intervento è stato il seguente.
Rispetto al testo italiano, si sono scritti in maiuscolo i nomi di : GESU', FIGLIO dell'uomo, DIO, SPIRITO SANTO.Rispetto alla ns. prima edizione si è riportato di fianco al testo in Italiano, il testo in Latino, cercando di farli scorrere alla pari nella traduzione delle due versioni. Questa scelta è stata fatta per consentire anche ai profani di poter leggere e verificare la versione in Italiano in contemporanea con la versione in Latino. Pensiamo che questa nostra scelta sia la prima ad essere stata adottata.Comunque per quanti vorranno approfondire fedelamente i testi si dà l'indicazione di leggere i testi ufficiali della Chiesa Catolica, in quanto la nostra trascrizione può risentire di errori manuali dovuti al tabulante i testi, essendo stata eseguita la composizione in proprio. Comunque la nostra scelta è stata dettata essenzialmente dalla volontà di contribuire alla diffusione de i Vangeli a costo pressochè zero per i lettori, che ci auguriamo diventino anche praticanti.In questo non ci sentiamo di sminuire la grandissima importanza dei testi già presenti in rete:
- Il testo Italiano nella raccolta completa della Bibbia sul sito   http://www.bibbiaedu.it
- Il testo in Latino sul sito del Vaticano http://www.vatican.va 
Ma il ns. obbiettivo è quello di inviare continuamente messaggi, lettere, E-Mail e quanto altro in tutta Italia, alle scuole, alle fabbriche, alle associazioni, ai partiti, ecc., a tutto il mondo per diffondere il vangelo, in ciò aiutati da quello che è l'altro obbiettivo di FORMAZIONE il FIGLIO dell'UOMO, che è quello della pratica del Vangelo, aiutando il prossimo, diffondendo la cultura della pace e dell'amore, oltre la cultura italiana. 
Per questo appena ci sarà possibile, entro 1 anno, presenteremo anche la versione affiancata Italiano-Inglese, Inglese Latino.

TESTIMONIANZA

I quattro Vangeli, di Matteo, Marco, Luca e Giovanni,sono gli atti ufficiali che testimoniano la verità sulla venuta in terra di GESU' CRISTO, FIGLIO di DIO. 
Infatti Luca dice:
Ho deciso di scrivere 
1,1
Poiché molti hanno posto mano a stendere un racconto degli avvenimenti successi tra di noi, come ce li hanno trasmessi coloro che furono testimoni fin da principio e divennero ministri della parola, così ho deciso anch'io di fare ricerche accurate su ogni circostanza fin dagli inizi e di scriverne per te un resoconto ordinato, illustre Teofilo, perché ti possa rendere conto della solidità degli insegnamenti che hai ricevuto Anche l'Apostolo Giovanni dichiara di se stesso:
Testimonianza vera
21,24
  Questo è il discepolo che rende testimonianza su questi fatti e li ha scritti; e noi sappiamo che la sua testimonianza è vera. Vi sono ancora molte altre cose compiute da GESU', che, se fossero scritte una per una, penso che il mondo stesso non basterebbe a contenere i libri che si dovrebbero scrivere.
Il Discepolo Matteo dà testimonianza della discesa dello SPIRITO su GESU' :
Battesimo di GESU'
1,9 
In quei giorni GESU' venne da Nazaret di Galilea e fu battezzato nel Giordano da Giovanni. E, uscendo dall'acqua, vide aprirsi i cieli e lo SPIRITO discendere su di lui come una colomba. E si sentì una voce dal cielo: << Tu sei il Figlio mio prediletto, in te mi sono compiaciuto >> . L'Evangelista Marco riporta la testimonianza di Giovanni Battista che dichiara che CRISTO è il FIGLIO di DIO:
1,1 Inizio del Vangelo di GESU' CRISTO, FIGLIO di DIO. Come è Scritto nel profeta Isaia: 
Ecco, io mando Il mio messaggero davanti a te, egli ti preparerà la strada.
Voce di uno che grida nel deserto: 
preparate la strada del SIGNORE, raddrizate i suoi sentieri, si presentò Giovanni a battezzare nel deserto, predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati. Accorreva a lui tutta la regione della Giudea e tutti gli abitanti di Gerusalemme. E si facevano battezzare Da lui nel fiume Giordano, confessando i loro peccati. Giovanni era vestito di peli di cammello, con una cintura di pelle attorno ai fianchi, si cibava di locuste e miele selvatico e predicava: << Dopo di me viene uno che è più forte di me e al quale io non sono degno di chinarmi per sciogliere i legacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzati con acqua, ma egli vi battezzerà con lo SPIRITO SANTO >> . 
Anche l'Apostolo Giovanni attesta della testimonianza resa da Giovanni Battista su GESU', FIGLIO di DIO: 
1,29 E' questa la testimonianza di Giovanni, quando i Giudei gli inviarono da Gerusalemme sacerdoti e leviti a interrogarlo: << Chi sei tu? >> . Egli confessò e non negò, e confessò: << Io non sono il CRISTO >> . Allora gli chiesero:<< Che cosa dunque? Sei Elia? >> . Rispose: << Non lo sono >> . << Sei tu il profeta? >> . Rispose: << No >> . Gli dissero dunque: << Chi sei? Perché possiamo dare una risposta a coloro che ci hanno mandato. Che cosa dici di te stesso? >> . Rispose:          << Io sono voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del SIGNORE, come disse il profeta ISAIA >> . Essi erano stati mandati da parte dei farisei. Lo interrogarono e gli dissero: << Perché dunque battezzi se tu non sei il CRISTO, né Elia, né il profeta? >> . Giovanni rispose loro:<< Io battezzo con acqua, ma in mezzo a voi sta uno che voi non conoscete, uno che viene dopo di me, al quale io non son degno di sciogliere il legaccio del sandalo >> .Questo avvenne in Betania, al di là del Giordano, dove Giovanni stava battezzando. Il giorno dopo, Giovanni vedendo GESU' venire verso di lui disse: << Ecco l'agnello di DIO, ecco colui che toglie il peccato dal mondo! Ecco colui del quale io dissi: Dopo di me viene un uomo che mi è passato avanti, perché era prima di me, Io non lo conoscevo, ma sono venuto a battezzare con acqua perché egli fosse fatto conoscere a Israele >> . Giovanni rese testimonianza dicendo: << Ho visto lo SPIRITO scendere come una colomba dal cielo e posarsi su di lui. Io non lo conoscevo, ma chi mi ha inviato a battezzare con acqua mi aveva detto: L'uomo sul quale vedrai scendere e rimanere lo SPIRITO è colui che battezza in SPIRITO SANTO. E io l'ho visto e ho reso testimonianza chequesti è il FIGLIO di DIO >> . La venuta di CRISTO è dunque testimonianza vera dell'esistenza di DIO. La Chiesa è il testimone vivo che GESU' è venuto sulla terra. Cristo è venuto sulla terra perché gli uomini non si perdano. Dopo le manifestazioni della gloria di DIO per mezzo dei miracoli compiuti da GESU' , testimoniati dai Vangeli e dalla Chiesa viva, il FIGLIO dell'uomo ha adempiuto all'estremo sacrificio con la morte in croce, perché i testimoni, gli Apostoli, i Discepoli, gli Evangelisti, la Chiesa viva, potessero vedere e trasmettere la gloria di DIO, che ha avuto compimento con la Risurrezione e l'Ascenzione di GESU'.I Discepoli, i Martiri, i Santi testimoniano fino all'estremo sacrificio della loro vita la Verità di CRISTO e di DIO. La Chiesa viva, con i suoi Martiri, i suoi Santi, con i sacerdoti, con i padri, i prelati, i vescovi,   ecc., rinnova continuamente la testimonianza di GESU' con la celebrazione dell'Eucarestia. I credenti, possono vedere nella Chiesa viva tale testimonianza, acquistare con la lettura del Vangelo la Fede in DIO, e fare dell'insegnamento di GESU' la Guida per la pratica nella vita quotidiana.
La Chiesa è testimone nel mondo come lo è il Vangelo. 
IL PERCHE' DI QUESTA TRASCRIZIONE DEL VANGELO
Noi abbiamo riscoperto, con il contatto con la nostra Chiesa di CRISTO RE e dal suo insegnamento, il Vangelo;   per questo vogliamo essere noi stessi, nel nostro piccolo, mezzi di diffusione del Vangelo. In quest'era che si dice moderna, ma che tanto ha di pagano, questa nostra trascrizione del Vangelo in formato per computer, forse ci consentirà di essere anche noi uno dei tanti mezzi di diffusione, perché il Vangelo possa essere letto nel più lontano e sperduto paese, ma anche in una pausa di lavoro della giornata di un nostro concittadino. Noi non ci stanchiamo mai di rileggere il Vangelo per capirne sempre un pezzo in più, perché la nostra mente si apra nel tempo, con l'esercizio, nella pratica reale, all'insegnamento di CRISTO. Dedichiamo questa nostra trascrizione del Vangelo al Santo Padre Giovanni Paolo II per quanto ha fatto per traghetare la Chiesa dal secondo al terzo millennio, al Papa Giovanni XXIII, a Padre PIO ed a tutti i Santi. Ricordiamo in special modo i frati presenti e passati della nostra chiesa di CRISTO RE. Ci si ricorda in particolar modo, per i concorsi di Santa Chiara per poesia per bambini, di quei regali di Padre Tommaso, come BIBBIA. Occasioni per avute per caso per la sua rilettura, e per la riscoperta della della Fede, che trova testimonianza   viva nella pratica di vita quotidiana della intera comunità dei Frati di Cristo RE. La comunità francescana pratica quotidianamente quello che GESU' ha raccomandato, come ci ricorda l'Evangelista Marco: Mc 16,15 GESU' disse loro: << Andate in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvo, ma chi non crederà sarà condannato. E questi saranno i segniche accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno i demoni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano i serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno, imporranno le mani ai malati e questi guariranno >> . Il SIGNORE GESU', dopo aver parlato con loro, fu assunto in cielo e sedette alla destra di DIO. Allora essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il SIGNORE operava insieme con loro e confermava la parola con i prodigi che l'accompagnavano. Accostiamoci dunque alla lettura del Vangelo con lo spirito per capire la testimonianza di GESU', per accostarci al PADRE, che preghiamo come ci ha insegnato GESU', e riportato dall'Apostolo Matteo: 
Mt 6,9 PADRE nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome; venga il tuo regno; sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori, e non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male.

GRATUITA' DEL VANGELO
Chiunque vorrà, potrà farsene una o più copie gratuite della presente trascrizione del Vangelo, senza scopo di lucro, ma per ricevere e dare così come ci ricorda Matteo:
Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date
10,5 
Questi dodici GESU' li inviò dopo averli così istruiti: << Non andate fra i pagani e non entrate nelle città dei Samaritani; rivolgetevi piuttosto alle pecore perdute della casa d'Israele. E, strada facendo, predicate che il regno dei cieli è vicino. Guarite gli infermi, risuscitate i morti, sanate i lebbrosi, cacciate i demoni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. Non rocuratevi oro, né argento, né moneta di rame nelle vostre cinture, né bisaccia da viaggio, né due tuniche, né sandali, né bastone, perché l'operaio ha diritto al suo nutrimento. In qualunque città o villaggio entriate, fatevi indicare se vi sia qualche persona degna, e lì rimanete fino alla vostra partenza. Entrando nella casa, rivolgetele il saluto. Se quella casa ne sarà degna, la vostra pace scenda sopra di essa; ma se non ne sarà degna, la vostra pace ritorni a voi. Se qualcuno poi non vi accoglierà e non darà ascolto alle vostre parole, uscite da quella casa o da quella città e scuotete la polvere dai vostri piedi. In verità vi dico, nel giorno del giudizio il paese di Sodoma e Gomorra avrà una sorte più sopportabile di quella città.

LA NOSTRA MISSIONE

Noi ci impegnamo a fare del Vangelo la nostra guida nella vita, a diffonderlo ed ad amare il nostro prossimo, aiutandoci reciprocamente nella vita quotidiana. A questo ci dedicheremo oltre quello che è il nostro abituale impegno di vita per le nostre famiglie,   con doveri di padri, mariti, figli, cittadini d'Italia, d'Europa, della Terra, senza dimenticare il prossimo. Se in questo qualcuno ci vorrà aiutare ci aiuterà nella nostra missione, e quello che riceveremo lo ridistribuiremo ai nostri poveri di spirito e di corpo. E' nostra intenzione fare, se aiutati, una Fondazione senza scopo di lucro, che possa fare Formazione Spirituale e materiale,   che si curi delle anime, ma anche del corpo. Questo lo vorremmo fare in tutto il mondo, a partire dai nostri poveri più prossimi, portando il Vangelo, la cultura, la professionalità, lo sviluppo sostenibile, la globalizzazione dell'amore e del benessere, dell'ugualianza, la Verità, la Via, la Vita. Vorremmo aiutare Radio Maria a diffondere sempre più il messaggio di GESU', come ha sempre fatto, vorremmo fare una TV che non sia condizionata dall'Audience ma faccia cultura vera, senza frontiere, che sia anche veicolo di Formazione, oltre che di sano divertimento, che porti la nostra cultura nel mondo, di Cattolici e di Italiani , che diffonda la nostra professionalità ed il nostro modo di lavorare per sviluppare chi è dietro noi, che porti la nostra ingegneria agli altri paesi per aiutarli ad essere alla pari del nostro e degli altri popoli sviluppati, che porti la cultura della pace e dell'amore. Vorremmo che in ogni città ci fosse una mensa, un ricovero, un sollievo per i poveri, i malati, le persone sole del mondo, che ci fosse un gruppo di Formazione, per costruire l'Uomo del Terzo Millennio, e che sia anch'esso Figlio di DIO. In questo chiediamo l'aiuto di GESU'.

                                                                                               

Il comitato   di Formazione 
Chiesa di CRISTO RE
P.zza Marconi 9
74015-Martina franca (TA)
Tel.-Fax 080 430.2492

BREVE STORIA DELL'EVANGELISTA MATTEO

Il primo Vangelo è quello scritto da Matteo.Matteo, detto il pubblicano,   era un funzionario che riscuoteva le imposte, ed era stato chiamato da GESU', come si deduce dal suo stesso Vangelo: 
Seguimi Mt 9,9 Andando via di la, GESU' vide un uomo, seduto al banco delle imposte, chiamato Matteo, e gli disse: << Seguimi >> . Ed egli si alzò e lo seguì. 
Il VANGELO di matteo è scritto in Greco. Nel suo Vangelo ci sono delle allusioni alla distruzione di Gerusalemme, per cui si desume che sia stato scritto dopo la distruzione, fra l'anno 70 ed 80. Si pensa che il suo Vangelo sia stato scritto o in Siria, ad Antiochia, o in Fenicia. Un vescovo del II secolo, Papia, e così anche altri affermano che un testo, che potremmo chiamare Vangelo, sia stato scritto   da Matteo in ebraico, l'aramaico parlato dei tempi di GESU' . I destinatari del Vangelo di Matteo sono i primi cristiani, provenienti dal giudaismo, che di discostarono dai farisei, ed aprirono la Chiesa ai pagani. Nel Vangelo di Matteo ci sono moltissimi riferimenti all'Antico Testamento,   43 citazioni:
-Il concepimento di GESU'-L'adorazione dei magi-La.fuga in Egitto-La strage degli innocenti
-Il ritorno di GESU' a Nazaret-La predicazione in Galilea-L'insegnamento con parabole
-La guarigione degli indemoniati ed infermi-L'ingresso trionfale in Gerusalemme
-La triste fine di Giuda
Il suo modo erudito di scrivere è come di uno scriba divenuto discepolo.
Lo schema del Vangelo di Matteo è il seguente:
-Vangelo dell'infanzia di GESU'
-Il regno dei cieli: proclamazione- Discorso della montagna - Le beatitudini 
-Il regno dei cieli: istruzioni agli Apostoli- Discorso ai missionari ( i dodici Apostoli )
-Il mistero del regno dei cieli - Le parabole del regno
-Il primo frutto del regno dei cieli: LA Chiesa
-L'avvento prossimo del regno dei cieli - Discorso contro i capi del popolo - Insegnamenti sulla fine 
-Vangelo della passione e della Risurrezione
Il Vangelo di Matteo è il più lungo. 
Come tutti i Vangeli deve essere letto e riletto molte volte per riuscire a penetrarne il giusto valore e capirne gli insegnamenti secondo DIO; se lo si legge secondo gli uomini spesso non lo si capisce,   ma se si attua quello che è scritto, allora si comincia a capire, e lo si penetra sempre più nello spirito. Il Vangelo si chiude con le parole di GESU', Mt 28,19: << Mi è stato dato ogni potere in cielo e in terra. Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del PADRE e del FIGLIO e dello SPIRITO SANTO, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ecco, io sono con voi tutti i giorni fino alla fine del mondo >> .

BREVE STORIA DELL'EVANGELISTA MARCO

La madre di Marco ospitava in casa sua la comunità di Gerusalemme.
Per questo Marco, detto anche Giovanni Marco, ha avuto modo di conoscere GESU' dalle parole di Pietro e di Paolo, e dalla comunità che ospitava la madre, pur non essendo stato Discepolo di GESU'. Egli è stato l'interprete di Pietro.Marco era cugino di Barnaba, col quale era stato insieme a Paolo nel viaggio missionario di Paolo.E' stato ancora con Paolo presumibilmente durante la prigionia romana di Paolo. 
Sempre a Roma lo troviamo con Pietro.Marco scrive indirizzato ai pagani. Si pensa che il Vangelo di Marco sia stato il primo ad essere stato scritto. Marco è di origine giudea, e non ha frequentato le scuole. Impara il greco ma non lo usa in maniera colta. Lo schema del Vangelo di Marco è il seguente: 
-Introduzione: GESU' e Giovanni Battista
-I primi discepoli- La folla. I nemici 
-I dodici Apostoli. 
-I parenti 
-I capi di Israele
-Insegnamento in parabole
-I miracoli, una catechesi sulla fede nella potenza di GESU' 
-La missione dei Dodici
-Morte di Giovanni Battista 
-La moltiplicazione dei pani
-L'incomprensione dei discepoli 
-La professione di fede di Pietro 
-Gli annunci della Passione
-Gerusaklemme. Ingresso messianico
-Scontro con i capi del popolo 
-Annuncio della rovina finale
-Passione e Risurrezione
-Complotto e tradimento 
- Passione e morte 
-Il sepolcro vuoto
- Manifestazioni del risorto
-Ascensione -Missione
Anche il Vangelo di Marco si conclude con le parole di GESU', Mc 16,15: 
<< Andate in tutto il mondo e predicate il vangelo ad ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvo, ma chi non crederà sarà condannato. E questi saranno i segniche accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno i demoni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano i serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno, imporranno le mani ai malati e questi guariranno >> . Il SIGNORE GESU', dopo aver parlato con loro, fu assunto in cielo e sedette alla destra di DIO. Allora essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il SIGNORE operava insieme con loro e confermava la parola con i prodigi che l'accompagnavano.

BREVE STORIA DELL'EVANGELISTA LUCA

Luca è l'autore del terzo Vangelo, egli è nativo di Antiochia, Siria.
Luca accompagna Paolo nei suoi viaggi, e ne tiene un accurato giornale, sul quale registra i principali avvenimenti e difficoltà incontrate. 
Luca è medico, erudito, e lo si evince anche dal modo come descrive le malattie.Oltre che del Vangelo, Luca è autore degli Atti degli Apostoli, che sono l'annuncio e la diffusione della Chiesa di GESU' CRISTO. 
Sembra che il terzo Vangelo sia stato scritto in Acaia, regione della Grecia, fra gli anni 70 e 80.
Luca usa la lingua greca in modo appropriato e chiaro. 
La sua accuratezza nello scrivere gli vale l'appellativo di storico.
Il contenuto del Vangeloè il seguente.
Luca segue nell'esposizione il Vangelo di Marco, e conosce alcuni materiali del Vangelo di Matteo. Però non fa una ripetizione dei temi, ma li affronta con sfumature diverse.
Lo schema del Vangelo di Luca è il seguente:
-Preparazione dell'attività di GESU' di Nazaret 
-Vangelo dell'Infanzia 
-Giovanni annuncia la presenza della salvezza
Attività di GESU' in Galilea
-GESU annuncia la buona notizia ai poveri 
-Proclamazione del regno di DIO
-In GESU' è presente il regno
-La missione ecclesiale 
-La salita di GESU' a Gerusalemme
-Inizio del viaggio 
-Il denaro e la ricchezza
-L'urgenza di una decisione
-L'amore di DIO
-La legge e il regno di DIO
-La venuta del regno di DIO
-La morte e la risurrezione di GESU'
-Attività di GESU' a Gerusalemme 
-La salvezza definitiva alla fine dei tempi
-Passione, morte e risurrezione
-La cena del commiato
-La condanna di un innocente 
-Muore il re dei Giudei
-La risurrezione del Signore

BREVE STORIA DELL'EVANGELISTA GIOVANNI

L'ApostoloGiovanni non è da confondere assolutamente con Giovanni Battista. L'Apostolo Giovanni è il Discepolo più giovane, quello che GESU' amava tanto, egli è fratello a l'altro Discpolo Giacomo, ed è figlio di un certo Zebedeo.Giovanni Battista è invece il figlio di Zaccaria e di Elisabetta (parente di Maria la Madre di GESU'); Giovanni Battista sarà predicatore e testimone di GESU' FIGLIO di DIO.
Infatti il Battista battezzò GESU', come è detto nel Vangelo di Luca: 
Tu sei il mio figlio prediletto 3,21
Quando tutto il popolo fu battezzato e mentre GESU, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì e scese su di lui lo SPIRITO SANTO in apparenza corporea, come di colomba, e vi fu una voce dal cielo: << Tu sei il mio figlio prediletto, in te mi sono compiaciuto >> . Il Vangelo di Giovanni si distingue dagli altri tre, che sono chiamati sinotticci, perché descrive eventi diversi da quelli degli altri. Giovanni potrebbe aver scritto il suo Vangelo intorno all'anno 100, e sembra che lo abbia scritto   per le chiese dell'Asia.Sicuramente il Vangelo di Giovanni risente della presenza di Maria, la madre di GESU', che gli fu affidata da CRISTO in croce poco prima che morisse, come lo stesso Giovanni ci dice:
Gv19,25
Stavano presso la croce di GESU' sua madre, la sorella di sua madre, Maria di Cleofa e Maria di Magdala. GESU' allora, vedendo la madre e lì accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: << Donna, ecco il tuo figlio! >> . Poi disse al discepolo: << Ecco la tua madre! >> e da quel momento il discepolo la prese nella sua casa. Il Vangelo di Giovanni è molto spirituale, profondo ed è il più difficile da comprendere. I temi essenziali sono: -Rinascere dall'acqua e dallo spirito,   che significa aprirsi ad accogliere la vita stessa di DIO ed entrare attraverso il battesimo nel suo nuovo popolo, la Chiesa
-Avere la vita, e cioè conoscere il PADRE colui che egli ha mandato, GESU'
-Essere luce, che significa smettere di camminare nelle tenebre del mondo , accettando la persona di GESU' e la sua verità 
-L'ora della glorificazione di GESU, e l'estrema testimonianza prima della gloria della Risurrezione ed Assunzione in cielo.

I TESTIMONI

I testimoni della venuta di GESU' sono: 
-I dodici Apostoli (Luca 6,12)
Simone, che chiamò anche Pietro, Andrea suo fratello, Giacomo, Giovanni, Filippo, Bartolomeo, Matteo, Tommaso, Giacomo d'Alfeo, Simone soprannominato Zelota, Giuda di Giacomo e Giuda l'Iscariota, che fu il traditore.

 

  Site Map